Cari Colleghi,

Un altro evento sismico ci spinge a rinnovare la nostra partecipazione ad eventuali azioni di supporto e sostegno ai territori interessati e alle persone colpite.

Ci rivolgiamo a tutto il mondo professionale dei Fisioterapisti al fine di conoscere criticità, problematiche e necessità dei nostri colleghi ma anche dei nostri compaesani che necessitano di fisioterapia.

Le prime indicazioni sono di seguito evidenziate:

  • verifica sul territorio di quanti servizi di fisioterapia pubblici e/o privati sono fermi per il terremoto, cercando di individuando le modalità per sostenere i colleghi ed i soggetti con disabilità;
  • richiesta di disponibilità a colleghi che si dedicherebbero per una settimana o più al volontariato nella zona terremotata e/o nelle zone che accolgono gli sfollati lungo la costa adriatica;
  • verifica agibilità degli studi fisioterapici delle zone colpite e richiesta ai soci di mettere a disposizione i propri studi nelle zone limitrofe per qualche ora, per permettere ai colleghi di lavorare.

Preghiamo i Colleghi TUTTI di fare da tramite e risonanza anche con i fisioterapisti non iscritti in modo da poter raggiungere il numero massimo di Professionisti e Servizi.

E’ un momento difficile e drammatico per tutti noi e per la nostra Regione, e dobbiamo unire le nostre forze per rialzarci.

Grazie per la collaborazione,

 

il Direttivo tutto di A.I.FI. Marche

 

i nostri numeri utili:

Emilia Calderisi            339/4501482

Cristina Chiaramoni   329/6427554

Silvia Grasselli             329/4015598

 

Civitanova Marche, 3 Novembre 2016